costruire cittadinanza

civico ergo sum

0 note

Pubblica Amministrazione, Cittadino e Responsabilità Sociale d’Impresa: costruire una filiera civica di Fabio Pascapè

Il mondo in cui viviamo è afflitto da problematiche talmente complesse da rendere indispensabile una presa di coscienza generale della necessità di farsi “filiera civica” rinunciando a parte delle rispettive rendite di posizione. In soldoni il problema dei rifiuti risulta irrisolvibile se tutti i protagonisti della filiera non ne prendono in carico la complessità. Per il cittadino questo significa  assumere attivamente l’onere di differenziare i rifiuti, di collocarli nei contenitori giusti anche se questo significa cambiare le proprie abitudini o l’arredo della propria cucina oppure se questo significa doversi spostare per trovare un’isola ecologica. Per il produttore questo significa individuare soluzioni che ottimizzino gli imballi riducendo drasticamente plastica e cartone utilizzati. Per i distributori questo significa promuovere l’uso dei dispenser per i detersivi, delle borse riutilizzabili, dei vuoti a rendere. Per la pubblica amministrazione questo significa accelerare il processo di dematerializzazione dei documenti riducendo drasticamente il consumo di carta.

Il ruolo delle associazioni dei cittadini diventa, dunque, quello di promuovere la costituzione di “filiere civiche” che mettano insieme tutti i protagonisti in un’ottica responsabile. Naturalmente abbiamo parlato di rifiuti ma avremmo potuto parlare di qualsivoglia altra problematica.

approfondisci la riflessione su image

Archiviato in Pubblica Amministrazione Responsabilità Sociale d’Impresa filiera civica ruolo dei movimenti di tutela cittadino